Comune di Serrenti: al via il progetto “3° Casa dell’Energia”

by Davide

Il comune di Serrenti, che appartiene alla provincia del Sud Sardegna, fa un ulteriore passo in avanti nel piano di sviluppo di micro reti intelligenti sul proprio territorio.

Già sul numero 1 della rivista Enercity PA era stato raccontato il progetto Casa dell’Energia.  E ora il comune sardo tiene a battesimo il progetto “In Comune il Green” che fa parte di un ulteriore sviluppo delle attuali micro reti comunali, che privilegiano lo sviluppo di un modello circolare.

Con il contributo di 50mila euro destinato ai Comuni sotto i 5mila abitanti e l’aggiunta di economie comunali per un totale di 78 mila euro, si va quindi a perfezionare una micro-rete attiva da oltre 5 anni che, dal gruppo di misura del Municipio dove è presente un impianto fotovoltaico da 17.1 kWp e produzione annua 20000 kWh, va a connettere fisicamente l’edificio dell’ex caserma e la casa Corda, sede adiacente del Comune con gli uffici dei vigili, ufficio tecnico manutentivo e servizi sociali.

Il progetto delle micro reti ha maturato notevoli risparmi in bolletta: con i progetti Illuminamente e S.E.I, risparmiando oltre 40.000 kWh: si è infatti alleggerita la spesa in bolletta di 10mila euro l’anno, anche grazie alla riduzione dei gruppi 6 + 20kW.

Con questa ulteriore azione si va ad aggiungere un tassello interessante alla micro-grid: verrà inserita anche l’innovativa piazza Gramsci che il Comune sta ricostruendo.

Il progetto che vede il coinvolgimento ancora dei partner tecnici Solax e Regalgrid prevede dunque la nascita della 3° Casa dell’Energia, con 2 inverter ibridi, un sistema di accumulo da 43,2kW nominali, e un software per la gestione dei flussi energetici e un ulteriore meter dedicato alla ricarica elettrica.

L’ obiettivo è passare da un autoconsumo di 55% a ben oltre il 90%, come già avuto nella rete teatro-scuola media

Articoli correlati